Sito corporate
AMBROSETTI
Aggiornamento
PERMANENTE
Leader del
FUTURO
Home » Incontri » Archivio » Incontri con personaggi di alto livello » II ruolo della prevenzione nelle politiche per la salute: il caso della Regione Emilia-Romagna
Martedì, 22 Agosto 2017
Notice
  • In base alla normativa in materia di privacy, la società The European House - Ambrosetti S.p.A., titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell’ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

Le informazioni su tutti gli incontri sono disponibili ai membri del Club Ambrosetti.
Per maggiori informazioni puoi far riferimento ai seguenti contatti.


martedì, 16 maggio 2017 - BOLOGNA

II ruolo della prevenzione nelle politiche per la salute: il caso della Regione Emilia-Romagna


Negli ultimi anni la prevenzione ha assunto un ruolo di primo piano a livello internazionale non solo nell’ambito delle politiche sanitarie ma, in generale, a livello di politiche di welfare. Negli ultimi anni l’Italia, grazie anche all’ultimo Piano Nazionale della Prevenzione, ha fornito un indirizzo strategico forte ed indicazioni operative per migliorare sia lo stato di salute dei cittadini - con una visione multisettoriale del concetto di prevenzione - sia la sostenibilità futura del sistema sanitario. In Italia i dati recenti, riportati anche nell’ultimo report OCSE, fanno emergere un preoccupante scenario dello stato di salute della popolazione, caratterizzato soprattutto dall’aumento dell’obesità e dal continuo e drastico calo delle coperture vaccinali. Il nuovo Piano della Prevenzione Vaccinale, condiviso tra Governo e Regioni, rappresenta un punto di partenza fondamentale per implementare rapidamente un programma di interventi sicuri, efficaci e validati a livello scientifico che hanno l’obiettivo di dare una risposta concreta alla protezione della salute dell’individuo e della collettività. L’Emilia-Romagna è stata la prima Regione ad attuare una misura importante per la tutela della salute dell’individuo e della collettività introducendo l’obbligatorietà della vaccinazione esavalente negli asili nido. • Quali altri interventi si possono realizzare per costruire un SSR basato sul valore della prevenzione? • Come migliorare il gioco di squadra tra strutture sanitarie, operatori sanitari, medici di famiglia e pediatri per dare informazioni corrette ai cittadini? • Quali strumenti si possono implementare per avere un monitoraggio continuo delle omesse vaccinazioni e quali interventi si possono ipotizzare per raggiungere i target di copertura?

Immagini

Queste informazioni sono disponibili solo per i membri del servizio.

f

Dove

  • BOLOGNA

Relatori

  • Sergio Venturi

    Assessore alle politiche per la salute Regione Emilia-Romagna