Sito corporate
AMBROSETTI
Aggiornamento
PERMANENTE
Leader del
FUTURO
Home » Incontri » Archivio » Incontri con personaggi di alto livello » Il futuro delle città
Lunedì, 11 Dicembre 2017
Notice
  • In base alla normativa in materia di privacy, la società The European House - Ambrosetti S.p.A., titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell’ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

Le informazioni su tutti gli incontri sono disponibili ai membri del Club Ambrosetti.
Per maggiori informazioni puoi far riferimento ai seguenti contatti.


giovedì, 12 ottobre 2017 - MILANO

Il futuro delle città


Le città sono i luoghi più creativi al mondo. Forniscono lo spazio e lo stimolo necessario alle persone per scambiare e sviluppare nuove idee, per comunicare tra di loro, danno accesso al lavoro ed aiutano a vivere meglio.

La Banca Mondiale ha indicato l’urbanizzazione come “il fenomeno che definirà il XXI secolo”. La crescita del tessuto urbano sarà principalmente concentrata nei Paesi in via di sviluppo, ma non solo. Attualmente 3,5 miliardi di persone abitano nelle città, ma si stimano 2 miliardi di nuovi arrivi nei prossimi 20 anni.
A fronte di questi numeri risulta evidente che la volontà politica e le strategie a lungo termine giocheranno un ruolo fondamentale nel determinare l’abilità delle città di assorbire la crescita in modo sostenibile; si aprono dunque tante nuove opportunità.

La competizione oggi non è più tra nazioni, bensì tra città. Queste ultime devono quindi essere capaci di guardare avanti e trasformarsi per essere competitive. Ogni città richiede soluzioni specifiche, perché innovazione e tradizione non si possono separare. In questo senso l’architettura gioca un ruolo primordiale, ma essa non deve dimenticare che sono le persone il vero cuore di una città, non gli edifici.

La tavola rotonda sarà un’occasione unica per dialogare e brindare con Daniel Libeskind, architetto, musicista, pittore, designer e artefice di luoghi emblematici come il masterplan di Ground Zero a New York, il masterplan di CityLife a Milano ed il museo ebraico di Berlino.
f

Dove

  • MILANO

Relatori

  • Daniel Libeskind

    Architect Studio Daniel Libeskind