Sito corporate
AMBROSETTI
Aggiornamento
PERMANENTE
Leader del
FUTURO
Home » Incontri » Archivio » Incontri con personaggi di alto livello » Due anni di Lavoro: un primo bilancio per la ripartenza del Paese
Lunedì, 18 Novembre 2019
Notice
  • In base alla normativa in materia di privacy applicabile, la società The European House - Ambrosetti S.p.A titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.

    Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

Le informazioni su tutti gli incontri sono disponibili ai membri del Club Ambrosetti.
Per maggiori informazioni puoi far riferimento ai seguenti contatti.


lunedì, 04 aprile 2016 - MILANO

Due anni di Lavoro: un primo bilancio per la ripartenza del Paese


Secondo gli ultimi dati Istat, a gennaio la stima degli occupati è cresciuta dello 0,3%, con la creazione di più di 70.000 nuovi posti di lavoro. Questa crescita è principalmente determinata dai dipendenti permanenti, mentre calano i dipendenti a termine e gli indipendenti restano sostanzialmente stabili.
Il tasso di disoccupazione è sceso all’11,9% nel 2015, il livello più basso dalla fine del 2012.

Inoltre, la Banca d’Italia valuta che il PIL potrebbe crescere attorno all’1,5% nel 2016 e nel 2017 ma, affinché la crescita sia stabile e duratura, occorrerebbe rimuovere gli ostacoli strutturali ed investire in capitale umano ed istruzione.

#lavorodisquadra è il bilancio dei primi 24 mesi di attività del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali guidato da Giuliano Poletti. Il dossier governativo esordisce con un “Tutto cominciò a febbraio 2014” per presto arrivare al “Jobs Act”, una della principali riforme dell’esecutivo, senza dimenticare “Garanzia Giovani”, i progetti del “Servizio Civile Nazionale” e “Servizio Civile Europeo”, il nuovo “Isee”, “Durc online”, “Crescere in Digitale” o le norme relative al “contrasto alla povertà”.

Ora, ha detto Poletti, dobbiamo fare tutto quello che serve perché ciò che si è deciso diventi realtà” e lascia un promemoria per il futuro: ridurre la disoccupazione giovanile, controllare l’evoluzione dell’utilizzo dei voucher e completare la riforma del terzo settore.

A 12 mesi dall’ultimo incontro, il Ministro Poletti condividerà con i membri del Club le proprie riflessioni in un confronto aperto che si preannuncia di estremo interesse ed attualità.

Immagini

Queste informazioni sono disponibili solo per i membri del servizio.

Dove

  • MILANO

Relatori

  • Giuliano Poletti

    Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali