Sito corporate
AMBROSETTI
Aggiornamento
PERMANENTE
Leader del
FUTURO
Home » Incontri » Archivio » Incontri con personaggi di alto livello » Emilia-Romagna 2020: le sfide per il futuro
Mercoledì, 15 Agosto 2018
Notice
  • In base alla normativa in materia di privacy applicabile, la società The European House - Ambrosetti S.p.A titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.

    Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

Le informazioni su tutti gli incontri sono disponibili ai membri del Club Ambrosetti.
Per maggiori informazioni puoi far riferimento ai seguenti contatti.


mercoledì, 24 giugno 2015 - BOLOGNA

Emilia-Romagna 2020: le sfide per il futuro


Programmare il futuro vuol dire anche guardare cos’è un territorio e vedere come si colloca rispetto ad alcuni assi strategici”: in Sanità, l’Emilia-Romagna è la Regione più virtuosa per quanto riguarda i costi standard sui beni acquistati ed i servizi offerti ed è terza Regione in Europa (dopo Olanda e Svizzera) per qualità dei servizi sanitari. È tra le regioni dove è più alta la percentuale di PIL destinato alla Ricerca e Sviluppo e dove vi è il più alto il numero di brevetti.
È la terza Regione italiana per esportazioni complessive e prima per export pro-capite oltre ad essere seconda in termini di imprenditorialità, con 152,6 persone attive ogni 10.000 abitanti.
Per quanto riguarda la qualità della vita, l’Emilia-Romagna colloca 4 province nelle prime 10 e le altre a ridosso. Sul tema delle produzioni alimentari è la prima Regione europea (oltre che italiana) per prodotti Dop e IGp (41).

Partendo da queste eccellenze, l’impegno della legislatura Bonaccini è quello di perseguire un intenso programma di lavoro che, facendo leva sulle grandi potenzialità del territorio, possa aggredire gli elementi di difficoltà che ancora interessano l’Emilia-Romagna focalizzando l’impegno su 5 priorità: la creazione di nuovo lavoro, avendo come cuore pulsante il “rinascimento della manifattura”, il riposizionamento della Regione come una vera Regione d’Europa che ripensa il territorio in una dimensione globale ed in un’economia aperta, il lavoro di squadra e l’attivazione di una programmazione convergente soprattutto per quanto riguarda i fondi strutturali europei, la “burocrazia zero” e la regulation review.

Il ciclo di incontri tra i membri del Club ed i Presidenti di Regione sui temi importanti ed urgenti per il territorio e, in generale, per il Paese si arricchisce di un nuovo appuntamento che consentirà di approfondire dalla viva voce del Presidente Stefano Bonaccini le priorità del suo governo e tracciare un primo bilancio delle attività a sei mesi dal voto.

Immagini

Queste informazioni sono disponibili solo per i membri del servizio.

Dove

  • BOLOGNA

Relatori

  • Stefano Bonaccini

    Presidente Regione Emilia-Romagna