Sito corporate
AMBROSETTI
Aggiornamento
PERMANENTE
Leader del
FUTURO
Home » Incontri » Archivio » Incontri con personaggi di alto livello » Verso una dimensione europea della Difesa e della Sicurezza: la prospettiva del Gruppo Leonardo
Mercoledì, 24 Gennaio 2018
Notice
  • In base alla normativa in materia di privacy, la società The European House - Ambrosetti S.p.A., titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell’ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa.

Le informazioni su tutti gli incontri sono disponibili ai membri del Club Ambrosetti.
Per maggiori informazioni puoi far riferimento ai seguenti contatti.


martedì, 23 gennaio 2018 - ROMA

Verso una dimensione europea della Difesa e della Sicurezza: la prospettiva del Gruppo Leonardo


L’accelerazione impressa dall’Unione Europea al processo di integrazione nel campo della Sicurezza e della Difesa negli ultimi mesi è stata notevole.
 
A partire dal 2016 si è assistito in sequenza alla pubblicazione della Strategia globale dell’UE, alla costituzione del comando militare per le missioni non esecutive, al varo del Piano d’azione europeo in materia di difesa che include, tra l’altro, la nascita del Fondo europeo per la Difesa, all’accordo per la revisione coordinata annuale sulla Difesa e, ultimo in ordine di tempo, ma non certo di importanza, al lancio della cooperazione strutturata permanente (PeSCo), già prevista nel Trattato di Lisbona.
 
Nelle prossime settimane saranno assegnati i primi contratti relativi a progetti di ricerca militare finanziati dalla Commissione, mentre si discute il Regolamento che disciplinerà il finanziamento di progetti per lo sviluppo capacitivo industriale-difesa. Progetti che prenderanno auspicabilmente il via dal 2019.
 
La risposta alla domanda: “Perché questa accelerazione?” deve tenere conto di diversi fattori: dalla Brexit, al nuovo corso dell’Amministrazione US, alla crescente minaccia del terrorismo internazionale e, più in generale, delle crisi geopolitiche in diverse parti del mondo, anche ai confini stessi della Unione Europea.
Ma forse è più interessante – anche se più difficile – rispondere a un’altra domanda: “Dove potranno portarci queste diverse iniziative?”.
 
Scopo di questa tavola rotonda è proprio quello di provare a dare una risposta a questo interrogativo, ponendo una particolare attenzione sulla dimensione industriale, che è parte, a tutti gli effetti, del sistema di Sicurezza e Difesa e può contribuire, con le sue dinamiche specifiche, a favorire il processo di integrazione e di crescita dell’Europa anche su questo versante.

Immagini

Queste informazioni sono disponibili solo per i membri del servizio.

f

Dove

  • ROMA

Relatori

  • Alessandro Profumo

    Amministratore Delegato Leonardo